• Italiano
  • English
  • EN/IT
    ART UP 8/16 - PAUL MORRISON
    ART UP 8/16 - PAUL MORRISON
    [=== ART = UP = 8 ==== 16 ====== PAUL == MORRISON =]
    ART UP - BANCA POPOLARE DI BERGAMO
    01.08.16 - 31.08.16

    INGRESSO LIBERO
    Banca Popolare di Bergamo, Piazza Vittorio Veneto n. 8 – Bergamo
    Orari dal lunedì al venerdì: 8.20/13.20 – 14.40/16.10



        [== LINK ==]

    ART UP 8/16 – PAUL MORRISON
    a cura di Enrico De Pascale

    PAUL MORRISON Perrigee
    2000, Acrilico su tela, cm 61×56
    Collezione Banca Popolare di Bergamo

    Noto a livello internazionale per I suoi monumentali wall painting Morrison pone al centro della sua ricerca artistica la riflessione sul concetto di natura nella società contemporanea. I suoi dipinti rappresentano paesaggi immaginifici e invariabilmente oversize composti da piante, fiori e foglie rigorosamente in bianco e nero da cui la figura umana è rigorosamente bandita. In questo senso l’artista si ricollega da un lato alla straordinaria tradizione paesaggistica del suo paese, l’Inghilterra, che in questo ambito vanta autori del calibro di Ward, Wright, Cozens e Constable, dall’altro ai pattern botanici di un suo altro connazionale, il pittore e designer William Morris, in cui il motivo floreale e naturalistico è non solo dominante ma è ridotto a uno stilizzato ed elegante arabesco. D’altra parte la cifra stilistica dei suoi quadri, dipinti con stesure piatte e figure che sembrano ritagliate per annullare ogni illusione di profondità, risente non di meno del linguaggio dei fumetti e dei cartoons, della pittura pop dell’americano Roy Lichtenstein e, nella esclusiva opzione per il bianco e nero, dei grafismi della Optical Art.
    Nelle sue opere parietali, sorta di affreschi contemporanei che avvolgono e sovrastano lo spettatore, il gigantismo delle forme fortemente stilizzate e la programmatica abolizione del colore producono un sentimento ambivalente: da un lato infatti sembrano rilanciare il mito sempiterno di una natura “felix”, accogliente, incantata e protettiva, dall’altro insinuano dubbi e inquietudini per una natura che la modernità minaccia quotidianamente di manipolare, contraffarre e tradire.

    PAUL MORRISON (Liverpool 1966)

    Ha studiato alla San Josè State University di Calfornia e al M.A.Fine Art Goldsmith College of Art di Londra (1996-98). Vive e lavora a Londra. Nel 1996 esordisce nella collettiva Whitechapel Open alla Whitechapel Art Gallery di Londra, città dove tuttora vive e lavora. Nel 2000 ha tenuto una personale al Fogg Art Museum, Harvard University Art Museum, Cambridge , M.A. Nel 2002 ha esposto I suoi lavori al Magasin di Grenoble, al Kunstverein di Ulm, alla Kunsthalle di Norimberga, al Museum fur Gegenwartskunst di Basilea, quindi nel 2003 alla Fondazione Bevilaqua La Masa di Venezia. L’artista si è imposto sulla scena artistica internazionale per i suoi dipinti e, soprattutto, per i suoi grandi wall painting, dipinti spesso di enormi dimensioni realizzati direttamente sulle pareti degli spazi espositivi (musei, gallerie d’arte, spazi pubblici, case private) su progetti concepiti “ad hoc”.
    I temi trattati attingono per lo più al repertorio naturalistico, con una particolare predilezione per I paesaggi, che l’artista traduce nel suo personalissimo linguaggio fatto di forme e figure fortemente stilizzate, rigorosamente in bianco e nero.
    Nel 2003 ha realizzato un monumentale wall painting (Saxifraga) per la Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo.

    ©THE BLANK 2017
    SOCIAL
                 
    APP
       
    ART UP 8/16 - PAUL MORRISON