• Italiano
  • English
  • EN/IT
    ONGOING PROJECTS
    TB Conversations
    [= TB ===== Conversations =]
    VAI AL PROGETTO

    A cura di Claudia Santeroni



        [== LINK ==]

    The Blank Conversation è un progetto dedicato ad artisti under 35 e si è articolato su due anni, 2014 e 2015, rispettivamente dedicati ad artisti italiani e stranieri. Il progetto prevede che gli artisti trascorrano una breve residenza a Bergamo, ospiti della Residenza di The Blank.
    Durante il loro soggiorno conoscono le principali realtà culturali del territorio e si interfacciano con lo staff di The Blank.
    La permanenza viene documentata fotograficamente e il materiale raccolto convogliato in unapiccola pubblicazione dedicata, bilingue, che racconta dell’esperienza e offre una sintesi della ricerca degli artisti coinvolti.

    TB Educational
    [=== TB === Educational ==]

    The Blank Educational è un progetto nato nel 2015 rivolto agli studenti delle scuole superiori, con l’obiettivo di avvicinarli all’Arte Contemporanea. Il programma si articola in una serie di appuntamenti: introduzioni ai linguaggi del contemporaneo, talk e workshop svolti in classe con artisti, studio visit e visite guidate.

    Con il contributo di Fondazione Credito Bergamasco e Regione Lombardia.
    In partnership con la Provincia Bergamo.

    TB Hospitality
    [=== TB == Hospitality =]
    VAI AL PROGETTO

    In partnership con

    logo_thatscontemporary_magenta1

    Con il contributo di

    cariplo

    Nell’ambito del progetto

    unnamed



        [== LINK ==]

    The Blank offre a tutti gli appassionati d’arte, creativi e operatori culturali, la possibilità di vivere un soggiorno particolare a Bergamo, con un servizio di ospitalità nella residenza di The Blank, in Via G. Quarenghi 50, a due minuti dalla stazione dei treni e dalla centralissima via XX Settembre.
    The Blank è un’Associazione culturale, composta da persone che si occupano di arte contemporanea e, su richiesta, è in grado di mettere a disposizione operatori, curatori e artisti per scoprire la città come mai prima d’ora. Un team specializzato sarà a disposizione per disegnare il miglior percorso in base agli interessi culturali di ognuno.

    The Blank Hospitality è parte del progetto Art in Network, realizzato in partnership con l’associazione That’s Contemporary e sviluppato nell’ambito del progetto fUNDER35 di Fondazione Cariplo.

    Per informazioni
    info@theblankresidency.it

    WHAT'S ON
    EVENTS ON BOOKING
    TB ARTDATE
    EVENTS ON BOOKING
    26.05.17 - 28.05.17
        [== LINK ==]

    The Blank ArtDate 2017 propone oltre 40 eventi, tutti gratuiti.
    Di seguito gli eventi su prenotazione:

    *UBI – BANCA
    VISITA GUIDATA ALLA COLLEZIONE D’ARTE
    26/05, ore 15.00
    (max 25 partecipanti): booking@theblank.it

    *BERGAMO FILM MEETING
    GLI OVO SONORIZZANO FRANKENSTEIN (JAMES WHALE, 1931)
    26/05, ore 21.30
    (max 100 partecipanti): events@bergamofilmmeeting.it

    *LORENZO LOTTO: VISITA GUIDATA ALLE TARSIE LIGNEE NELLA BASILICA DI SANTA MARIA MAGGIORE
    27/05, ore 11.30 – 12.30
    (max 20 partecipanti): booking@theblank.it

    *VISITA GUIDATA CON INTERPRETE LIS : THE BLANK TR – TRANSIT MESSAGE SHOW
    27/05, ore 14.30 – 15.30
    (max 20 partecipanti): booking@theblank.it

    *GAMEC
    PRESENTAZIONE DEL LIBRO E WORKSHOP: UN PATRIMONIO DI STORIE. LA NARRAZIONE NEI MUSEI, UNA RISORSA PER LA CITTADINANZA CULTURALE
    27/05, ore 15 – 17
    giovanna.brambilla@gamec.it – tel. 03520235345

    *TRAFFIC GALLERY
    EVA HIDE: DAD IS GOD.
    27/05, ore 15 – 19
    (due turni, max 15 partecipanti ciascuno): info@trafficgallery.org

    *EX MONASTERO DI ASTINO
    MARIO GIACOMELLI: TERRE SCRITTE. VISITA GUIDATA NOTTURNA
    27/05, ore 22.45 – 24
    (max 20 partecipanti): booking@theblank.it

    *TOUR DEL SACRO
    28/05, ore 9 – 13
    (max 15 partecipanti): booking@theblank.it

    *GAMeC CLUB BRUNCH
    28/05, ore 13
    Iniziativa a pagamento – € 30,00
    gameclub@gamec.it

    *GAMEC
    VISITA GUIDATA ALLE MOSTRE IN CORSO: ANDY WARHOL – L’OPERA MOLTIPLICATA E PAMELA ROSENKRANZ – ALIEN CULTURE
    28/05, ore 16
    Iniziativa a pagamento – ingresso + visita guidata: € 10,00
    Su prenotazione (max 40 partecipanti, suddivisi in due gruppi): visiteguidate@gamec.it – Tel. 035 235345

    *GABRIELE DE SANTIS: WE’RE SHORT A GUY
    28/05, ore 17
    (max 18 partecipanti): booking@theblank.it

    KISS. Andy Warhol
    CONTEMPORARY LOCUS - FESTIVAL ORLANDO
    KISS. Andy Warhol
    17.05.17 - 21.05.17
        [== LINK ==]

    Contemporary Locus, in collaborazione con il Festival Orlando – identità, relazioni, possibilità – presenta KISS (USA 1963/64) di Andy Warhol.
    Il film è proiettato dal 17 al 21 maggio – dalle ore 19 – sulla parete vetrata della Domus-Bergamo, in Piazza Dante.

    Contemporary Locus 12 - KADER ATTIA, ALVIN CURRAN
    CONTEMPORARY LOCUS
    Contemporary Locus 12 - KADER ATTIA, ALVIN CURRAN
    19.05.17 - 13.07.17

    OPENING: venerdì 19 maggio, ore 19.00 – 22.00
    ex Albergo Diurno, Bergamo



        [== LINK ==]

    a cura di Paola Tognon

    Contemporary Locus 12 invita Kader Attia e Alvin Curran all’interno dell’ex Albergo Diurno, struttura circolare sotterranea di 1200 metri quadri nel Centro Piacentiniano di Bergamo, parte della storia sociale della città ma nascosto da 40 anni.

    L’intervento di Kader Attia – (1970, Francia) vive e lavora tra Berlino, Parigi e Algeri – porta il concetto di repair all’interno dell’ex Albergo Diurno: la memoria e la sua capacità di riparare le fratture della storia sono al centro di una serie di installazioni, a cui si affianca la proiezione del film Reflecting Memory con il quale l’artista ha vinto l’ultimo Prix Duchamp.
    Il compositore, musicista e artista Alvin Curran – (1938, Providence) vive e lavora a Roma – pioniere della musica elettronica, lavora sulla suggestiva struttura circolare del luogo per offrire, in occasione dell’opening, Concerto per vasca da bagno e orchestra. Si tratta di una performance a più musicisti e strumenti, una partitura a più voci che si trasforma in architettura sonora e abita l’ex Albergo Diurno per tutta la durata della mostra.

    SINGOLARE
    ACCADEMIA DI BELLE ARTI G. CARRARA E KILOMETRO ROSSO
    SINGOLARE
    05.05.17 - 13.05.17

    opening: giovedì 4 maggio 2017 – ore 18.00
    Da giovedì a sabato 16:00 – 18:30
    c/o Giacomo, Via G. Quarenghi, 48 c/d, Bergamo

    Informazioni: tel. 035 399563
    segreteria@accademiabellearti.bg.it
    www.accademiabellearti.bg.it



        [== LINK ==]

    Mostra della II edizione del progetto Artist-in-residence Kilometro Rosso
    Espongono: Sara Benaglia, Giusy La Licata, Lorenzo Lunghi, Marco Manzoni, Federico Orlando, Francesca Santambrogio.

    Progetto promosso da Accademia di belle arti G. Carrara e Kilometro Rosso.
    In collaborazione con i partner: Brembo, Intellimech, Istituto Mario Negri, Laboratorio di Meccatronica – Università degli Studi di Bergamo, Petroceramics, Umania.
    Con il sostegno di UBI Banca Popolare di Bergamo.

    Dopo essere stata presentata al Kilometro Rosso nell’ambito di Bergamoscienza 2016, la mostra finale della II edizione del progetto Artist-in-residence Kilometro Rosso arriva a Bergamo negli spazi di GIACOMO. Accademia di belle arti G. Carrara e Kilometro Rosso hanno scelto un diverso allestimento per offrire a un pubblico più allargato le opere di sei degli artisti che sono stati in residenza – da febbraio a giugno 2016 – presso altrettanti centri di ricerca scientifica e tecnologica, che hanno sede presso Kilometro Rosso.

    Singolare apre da GIACOMO con le opere di Sara Benaglia, Giusy La Licata, Lorenzo Lunghi, Marco Manzoni, Federico Orlando e Francesca Santambrogio, gli artisti che si sono confrontati con le ricerca scientifiche, i saperi, i materiali, le tecnologie, che costituiscono il know how delle aziende e dei laboratori partner del progetto. Le opere in mostra sono il frutto del dialogo tra la sperimentazione artistica e le scienze biomediche, umane, dei materiali, la meccatronica, l’informatica.

    In matematica si dice “singolare” qualsiasi ente che si comporta in modo diverso dal normale, presentando eccezioni rispetto a qualche proprietà. Singolare è un punto di discontinuità in contrapposizione al regolare. Il titolo della mostra, Singolare, allude al processo innovativo che nasce dall’incontro tra campi diversi di ricerca, l’arte, la scienza e la tecnologia, trascendendo i paradigmi delle discipline. Contribuire a creare le condizioni affinchè questo avvenga è l’obiettivo di Artist-in-residence Kilometro Rosso, programma di formazione rivolto ai giovani artisti, promosso da Accademia di belle arti G. Carrara e Kilometro Rosso.

    LE OPERE

    Federico Orlando (in residenza presso Brembo) ha sottoposto tre pinze Brembo ad altrettanti trattamenti, eliminandone la funzione, fino a trasformarle in oggetti scultorei (Makara, piombo fuso, 2016; Aramen, rame anodizzato, 2016; Yurugu, ferro magnetizzato, 2016).
    Lorenzo Lunghi (in residenza presso Intellimech) ha sonorizzato un macchinario alla ricerca di una possibile melodia, partendo dai suoi rumori naturali. La registrazione di questa sonorizzazione, assieme a materiali di ricerca, sono diventati una fanzine (Metal Machine Music, pubblicazione cartacea, 2016).
    Marco Manzoni (in residenza presso Istituto Mario Negri) ha realizzato una sfera con un terreno usato per la coltivazione cellulare in microbiologia, su cui ha inoculato dei microrganismi: il complesso di muffe che ne risulta si trasforma in un campo di lotta tra forze (Champs Elysée, agar agar, fibroblasti, meteorite, 2016).
    Francesca Santambrogio (in residenza presso Laboratorio di Meccatronica – Università degli Studi di Bergamo) ha sfruttato i software di progettazione ingegneristica per creare un video d’animazione dove alcuni meccanismi virtuali fanno mostra di sé sui ritmi e le parole di un brano che ne descrive la seduzione, il potere, la natura, il mistero (Passo – passo, video, 15’, 2016).
    Il video di Sara Benaglia (in residenza presso Petroceramics) è l’astrazione di un luogo di ricerca industriale e tecnologica in una prospettiva spaziale e estetica, incentrato sulla geometria esagonale che accomuna strutture e fenomeni differenti (Voleva essere infinito, video, 8’ 32’’, 2016).
    La struttura di Giusy La Licata (in residenza presso Umania) si compone di parti che rendono visibili discorsi e processi pertinenti all’organizzazione aziendale interna a Umania, altrimenti sfuggenti (Macchina utensile speciale e combinata (cellule architettoniche d’avvicinamento), installazione di libri e legno, plexiglass, carta, tela, tessuto, cartone, vetro, plastilina, acciaio, 2016).

    INSPIEGABILI DELIRI POPOLARI E FOLLIA DELLE FOLLE. LA "TULIPOMANIA", UNA CRONACA TRA ORIENTE E OCCIDENTE
    ORTO BOTANICO DI BERGAMO LORENZO ROTA
    INSPIEGABILI DELIRI POPOLARI E FOLLIA DELLE FOLLE. LA "TULIPOMANIA", UNA CRONACA TRA ORIENTE E OCCIDENTE
    03.05.17

    ore 17,30
    Sala Viscontea, Piazza Cittadella, Città Alta



        [== LINK ==]

    RELATORE: prof. Giovanni Carlo Federico Villa, docente di Storia dell’Arte Moderna presso l’Università degli Studi di Bergamo.

    I tulipani sono stati all’inizio del ‘600, quando arrivarono in Europa, oggetto di tale attenzione, che sfociò in quella che è stata definita “La tulipomania”. In Olanda, la commercializzazione dei bulbi, sopratutto quelli rari, raggiunse cifre da capogiro, alimentando la speculazione che alla fine portò ad una crisi finanziaria senza precedenti.

    Un viaggio tra storia, arte e botanica.

    MARIO GIACOMELLI - TERRE SCRITTE
    FONDAZIONE MIA
    MARIO GIACOMELLI - TERRE SCRITTE
    21.04.17 - 31.07.17

    Complesso Monumentale di Astino

    Il Complesso Monumentale sarà aperto ad orario festivo (cioè venerdì dalle 16 alle 24 mentre sabato domenica e festivi dalle 10 alle 24) fino a martedì 25 aprile e poi per tutto il mese di maggio.



        [== LINK ==]

    a cura di Corrado Benigni e Mauro Zanchi

    Oltre 40 scatti, molti inediti, provenienti direttamente dall’Archivio Mario Giacomelli di Sassoferrato (Rita Giacomelli), in una mostra esclusiva, promossa dalla Fondazione MIA, curata da Corrado Benigni e Mauro Zanchi, per raccontare un maestro indiscusso della fotografia italiana.
    Per la prima volta a Bergamo, nella bellissima cornice del Complesso Monumentale di Astino, questa esposizione vuole indagare l’opera di Mario Giacomelli attraverso un percorso inedito che rilegge l’esperienza di questo grande autore, che con i suoi potenti bianco e neri ha rivoluzionato il linguaggio della fotografia.
    Il tema portante della mostra sarà il paesaggio. Questo motivo è stato fondamentale nel percorso creativo di Giacomelli, ricorrendo continuamente nelle sue fotografie. In particolare il paesaggio campestre delle Marche, ripreso in modo personalissimo e interpretato in maniera sempre più grafica. “Cerco i segni nella terra, cerco la materia e i segni, come può fare un incisore”, ha detto lo stesso Giacomelli.
    Il paesaggio di Giacomelli è insieme reale e inventato, così come il suo sguardo è visionario e visivo al contempo. È il pretesto per rappresentare una situazione altra. Le sue sono “terre scritte”, dove l’orizzonte è quasi del tutto eliminato: un incastro di tempo e non-tempo. Nei suoi paesaggi il rapporto tra campagna e memoria, tra Giacomelli e una terra-madre negata e accettata si fa più drammatico, traducendosi in un’asciutta e grande rappresentazione. Della terra egli coglie i segni, la materia, i solchi, tuttavia trovando in essi corrispondenze con i corpi dell’uomo, perché la terra, nella sua poetica, è la carne stessa dell’uomo. In questa serie di scatti, in particolare, partendo dai piccoli dettagli della natura, che veicolano in sé un respiro umano, come un alchimista dello sguardo egli trasforma l’immagine in un “doppio visivo”.
    Il paesaggio di Giacomelli, paesaggio della memoria e della favola, paesaggio di figure nascoste e di prodigi, dialoga perfettamente con il luogo e la natura di Astino. Accanto a questa serie saranno esposti anche gli scatti che fanno parte del ciclo Motivo suggerito dal taglio dell’albero, tra le prove più persuasive del maestro marchigiano e che insieme al paesaggio rappresentano un’indagine profonda sul tema della natura.

    Catalogo edito da Silvana Editoriale (€ 20,00), con testi di Corrado Benigni, Mauro Zanchi, Katiuscia Biondi e un’intervista ad Artuto Carlo Quintavalle (a cura di Corrado Benigni)

    ART UP 5/17 - GELITIN
    ART UP – BANCA POPOLARE DI BERGAMO
    ART UP 5/17 - GELITIN
    02.05.17 - 31.05.17

    lunedì – venerdì: 8.20 – 13.20 / 14.40 – 16.10
    INGRESSO LIBERO

    Banca Popolare di Bergamo,
    Piazza Vittorio Veneto n. 8 – Bergamo



        [== LINK ==]

    ART UP 5/17 – GELITIN
    a cura di Enrico De Pascale

    GELITIN, Some Like It Hot – LIV Biennale di Venezia 2011
    2011, matita, inchiostro, pennarelli indelebili su carta, cm 100×70 cad.
    Bergamo, Collezione Banca Popolare di Bergamo

    Il ciclo di opere è stato realizzato in occasione della partecipazione del gruppo austriaco alla LIV Biennale di Venezia (2011) durante la quale, nello spazio del Giardino delle Vergini, è andato in scena lo spettacolo-performance Some Like It Hot .
    Nel corso di più giorni il collettivo ha celebrato la propria presenza alla rassegna d’arte veneziana con uno psichedelico e “dionisiaco” rituale al cospetto di una improvvisata fornace che ingoiava a getto continuo ogni sorta di materiali vetrosi per realizzare improvvisate sculture, tra musiche, danze, performances di ogni genere. Un’ininterrotta eruzione creatrice, memore di antichi rituali pagani, accompagnata dal sound punk-rock dei Japanther, sostenuta da numerose guest-stars internazionali e da liberi interventi del pubblico.

    Gelitin (Vienna 1990)
    Gelitin è un gruppo di artisti austriaci nato nel 1990 e formato da Ali, Florian, Tobias e Wolfgang. I quattro vivono e lavorano a Vienna. Hanno esposto con mostre collettive presso la Wiener Secession a Vienna, il Musée d’Art Moderne de la Ville de Paris, la Malmö Konsthall di Malmö, l’Arsenale di Venezia, la Hayward Gallery di Londra, il Centre Pompidou di Parigi e lo S.M.A.K di Gent. I Gelitin hanno rappresentato l’Austria alla 49a Biennale di Venezia (2011). Prossime mostre: Fondazione Prada, Milano (2017); Museo di Villa Croce, Genova (2018).

    NATURA ALTERA - PINA INFERRERA
    ABITARE BALERI
    NATURA ALTERA - PINA INFERRERA
    11.05.17 - 17.06.17

    orari: 9.00 – 12.00 / 15.00 – 19.00

    via Volta 2/4 Albino (BG)



        [== LINK ==]

    a cura di Roberto Borghi

    Fino al 17 giugno, saranno esposte una trentina di opere realizzate durante gli ultimi cinque anni nel corso di viaggi in Austria, nella regione della Stiria, e in Francia, sulle coste della Normandia e lungo i fiumi della Borgogna. Immagini in cui la vegetazione è colta in rapporto all’acqua e al suo potenziale di rispecchiamento, scatti in cui la natura riverberandosi conosce una sorta di alterazione dei suoi lineamenti, una trasformazione in qualcosa di letteralmente altro che ha tratti spiccatamente pittorici e un’intonazione velatamente metafisica. In queste opere insomma si manifesta – secondo Roberto Borghi, curatore della mostra – una visione «totalmente altra» dal canone romantico della rappresentazione della natura che la vorrebbe «riflesso dell’interiorità dell’artista»: qui invece assistiamo a «una natura che si specchia in se stessa e che non si ritrova, una natura che specchiandosi si tramuta, si dissolve, si perde», ma grazie a tale perdita acquisisce ieraticità e vitalità inconsuete e preziose.

    GUIDO VAN DER WERVE
    NEWSLETTER APRILE 2017
    GUIDO VAN DER WERVE
        [== LINK ==]

    99 PAROLE CON GUIDO VAN DER WERVE

    GUIDO VAN DER WERVE, NUMMER DERTIEN, EFFUGIO B: PORTRAIT OF THE ARTIST AS A MOUNTAINEER, 2010, DUE C-PRINTS DIGITALI, UN TESTO CON CORNICE, OGNI STAMPA: 58.1 X 44.13 cm
    Courtesy dell’artista

    Il 19 gennaio 2010 ho raggiunto la cima dell’Aconcagua, in Argentina, alta 6.962 metri.

    Ero alla ricerca di saggezza in quel periodo e speravo di trovarla sulla vetta. Avevo sentito storie come “se lo fai sulla cima, ne sarà valsa la pena” e “sali da ragazzo e scendi da uomo”.

    Dopo due mesi di pene e sofferenze, finalmente abbiamo raggiunto la sommità. A parte essere completamente esauto, non ho sentito nulla.

    Guido van der Werve

    SENTIERI CREATIVI 2017
    POLITICHE GIOVANILI DEL COMUNE DI BERGAMO
    SENTIERI CREATIVI 2017
    01.04.17 - 21.04.17

    Gli orari di apertura del Protocollo sono: da lunedì al venerdì il mattino dalle ore 8.30 alle ore 12.30, il pomeriggio dalle ore 14.30 alle ore 16.30.

    Per eventuali informazioni: maddalenabianchetti@comune.bg.it
    + 39 035 399 656



        [== LINK ==]

    Le Politiche Giovanili del Comune di Bergamo propongono il bando Sentieri Creativi. Il progetto è finalizzato alla creazione di un’opera d’arte nei pressi dell’Ostello a Curò (1895 m s.l.m).

    Il bando è rivolto a giovani under 30, e offre la possibilità di svolgere 5 giorni di residenza artistica gratuita all’Ostello al Curò e un premio di 2000€.

    Il bando scade il 21 aprile. Tutte le informazioni al sito www.giovani.bg.it/sentieri-creativi-2017/

    [== DOWLOAD BANDO E MODULO DI ADESIONE ==]

    ©THE BLANK 2017
    SOCIAL
                 
    APP
       
    [===== THE BLANK ARTDATE ===== SACRO / SAGRA == 26 27 28.05.2017 == SAVE THE DATE ====]