• Italiano
  • English
  • EN/IT
    [== THE BLANK ==
    AT ======= BFM
    == FEATURING ==
    FRANCO VACCARI ]
    ONGOING PROJECTS
    BERGAMO FILM MEETING
    [ == BERGAMO === FILM == MEETING ==]
    VAI AL PROGETTO

    Via Pignolo, 123, Bergamo

    Tel. +39 035 363087

    Fax +39 035 341255

    info@bergamofilmmeeting.it

    www.bergamofilmmeeting.it



        [== LINK ==]

    Bergamo Film Meeting è un’associazione culturale che dal 1983 organizza l’omonima manifestazione: un festival cinematografico durante il quale vengono proiettati film provenienti dal panorama cinematografico nazionale e internazionale, viene indetto un concorso di lungometraggi e organizzati retrospettive, anteprime, omaggi a grandi autori, documentari, opere di recente produzione, inediti di autori emergenti, capolavori della storia del cinema, mostre, installazioni, proiezioni per le scuole, cinema d’animazione, laboratori, masterclass e incontri con gli autori.

    Bergamo Film Meeting sostiene e promuove la distribuzione nel circuito culturale italiano di film e di documentari provenienti dalla produzione cinematografica nazionale e internazionale. Partecipa alla riedizione e diffusione in copie restaurate di classici della storia del cinema e realizza durante tutto l’anno rassegne cinematografiche, eventi, festival, corsi, laboratori e pubblicazioni.

    TB Conversations
    [=== TB == Conversations =]
    VAI AL PROGETTO

    A cura di Claudia Santeroni



        [== LINK ==]

    Conversations è un progetto trasversale che coinvolge residenza d’artista, interviste, pubblicazioni e fotografia per raccontare l’arte contemporanea in una chiave spontanea e accessibile. Nel 2014 tre artisti under 35 sono stati invitati a trascorrere un breve periodo nella Residenza dell’associazione The Blank. Per ogni appuntamento sarà edito un mini-catalogo, disponibile presso la Residenza di The Blank e i membri aderenti al network. Con The Blank Conversations si raccontano storie (stra)ordinarie, per riavvicinare le persone all’arte e alla creatività.

    TB Educational
    [== TB === Educational ==]

    The Blank Educational è un progetto rivolto agli studenti delle scuole secondarie di II grado e nasce dal desiderio di diffondere la conoscenza e la passione per l’arte contemporanea. Il programma prevede un’introduzione ai linguaggi del contemporaneo, talk e workshop con artisti, studio visit e visite guidate alle mostre temporanee.

    Con il contributo di Fondazione Credito Bergamasco e Regione Lombardia.
    In partnership con la Provincia Bergamo.

    TB Hospitality
    [= TB ===== Hospitality =]
    VAI AL PROGETTO

    In partnership con

    logo_thatscontemporary_magenta1

    Con il contributo di

    cariplo

    Nell’ambito del progetto

    unnamed



        [== LINK ==]

    The Blank offre a tutti gli appassionati d’arte, creativi e operatori culturali, la possibilità di vivere un soggiorno particolare a Bergamo, con un servizio di ospitalità nella residenza di The Blank, in Via G. Quarenghi 50, a due minuti dalla stazione dei treni e dalla centralissima via XX Settembre.
    The Blank è un’Associazione culturale, composta da persone che si occupano di arte contemporanea e, su richiesta, è in grado di mettere a disposizione operatori, curatori e artisti per scoprire la città come mai prima d’ora. Un team specializzato sarà a disposizione per disegnare il miglior percorso in base agli interessi culturali di ognuno.

    The Blank Hospitality è parte del progetto Art in Network, realizzato in partnership con l’associazione That’s Contamporary e sviluppato nell’ambito del progetto fUNDER35 di Fondazione Cariplo.

    Per informazioni
    info@theblankresidency.it

    WHAT'S ON
    ROCHELLE GOLDBERG
    NEWSLETTER GENNAIO 2017
    ROCHELLE GOLDBERG

    Photo Courtesy Rochelle Goldberg



        [== LINK ==]

    THE BLANK CONTEMPORARY ART
    99 PAROLE CON ROCHELLE GOLDBERG

    Il Ciclope:
    La visione binoculare è la combinazione degli impulsi visivi che arrivano dai due occhi separati e che rendono possibile la percezione tridimensionale. Il Ciclope ha un solo oculo e abita quindi un mondo a due dimensioni dove il condizionamento di una coscienza tridimensionale avviene attraverso un modo appreso di percepire le cose. La vista sensoriale è poi re-impostata come un incontro tattile. Lo sguardo focalizzato anticipa il tatto per rendere concreto il campo visivo.

    Rochelle Goldberg

    BUONE FESTE DA THE BLANK
    BUONE FESTE DA THE BLANK
        [== LINK ==]

    Lo staff di The Blank, ringraziando tutti coloro che da sempre sostengono le attività dell’associazione e del suo network, augura buone feste e un nuovo anno ricco di arte.

    COOK WITH THE ARTIST
    TB EDUCATIONAL
    COOK WITH THE ARTIST
    27.01.17 - 06.04.17
        [== LINK ==]

    The Blank coinvolge gli studenti della Scuola Alberghiera di Clusone in un percorso alla scoperta dei linguaggi attraverso cui la creatività e la ricerca artistica prendono forma.
    Dal dialogo con l’artista Diego Marcon e dall’incontro con il suo lavoro, nei prossimi mesi i giovanissimi cuochi trarranno ispirazione per elaborare un menù ad hoc per una cena speciale, aperta al pubblico, che la splendida location di Magus ospiterà ad aprile.

    OTTETTO
    ARS - L+R
    OTTETTO
    06.01.17 - 04.03.17

    via Pignolo 116, 24121 Bergamo
    tel. +39 035247293
    ars.libri@teletu.it



        [== LINK ==]

    Ottetto è un ciclo di mostre di Musica e Arte.
    Sì, proprio in quest’ordine!
    La musica è punto di partenza, stimolo e supporto per otto lavori di arte figurativa.
    Per otto settimane, una dietro l’altra, un brano musicale dell’ultimo CD di L+R e un lavoro di otto artisti dialogano nello spazio della libreria Ars. Una compresenza che suggella un’affinità e un’amicizia tra opere di linguaggi differenti; mosse entrambe dallo stesso intento: interessare, coinvolgere, stimolare e, se possibile, arricchire lo spettatore.
    Il linguaggio dei suoni e delle forme, che tanto ci fagocita nella vita di tutti i giorni, è qui distillato, circoscritto, offerto ad una attenzione, mi verrebbe da dire “silenziosa” e consapevole.
    Nessuna sudditanza, nessuna forma ancillare, una relazione!

    * 6 – 12 gennaio 2017
    Marco Grimaldi
    Anemos, Adelio Leoni

    * 13 – 19 gennaio 2017
    Alfredo Colombo
    Når Mitt Øie, Trett Av Møye, Norske Traditional

    * 20 – 26 gennaio 2017
    Paolo Facchinetti
    Preghiera, Roger Rota

    * 27 – 2 febbraio 2017
    Audelio Carrara
    Fairest Isle, Henry Purcell (1659-1695)

    * 3 – 9 febbraio 2017
    Franco Bianchetti
    Si Dolce è ‘l Tormento, Claudio Monteverdi (1567-1643)

    * 10 – 16 febbraio 2017
    Domenico Pievani
    Sommernatt Ved Fjorden, Ketil Bjørnstad

    * 17 – 23 febbraio 2017
    Manuela Manzini
    Flow My Tears, John Dowland (1563 -1626)

    * 24 – 3 marzo 2017
    Cinzia Benigni
    Lascia Ch’io Pianga, Georg Friedrich Händel (1685-1759)

    sabato 4 marzo 2017 ore 18 performance musicale

    EVENTI GENNAIO
    GAMEC – GALLERIA D’ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA
    EVENTI GENNAIO
    07.01.17 - 24.01.17

    Per informazioni e iscrizioni:
    tel. +39 035 235345
    servizieducativi@gamec.it



        [== LINK ==]

    * 7-8, 21-22 GENNAIO 2017, DALLE 17.00 ALLE 19.00
    SUI GENERIS
    Corso sul linguaggio cinematografico a cura di Roberto Manassero

    GAMeC, Spazio ParolaImmagine
    Un progetto di Bergamo Film Meeting
    In collaborazione con GAMeC, Birrificio Indipendente Elav, FIC – Federazione Italiana Cineforum e Cineforum.

    Come è cambiato il rapporto fra lo spettatore e l’immagine in movimento, dall’invenzione del cinematografo al cinema digitale, passando per le varie evoluzioni e le varie fasi della storia del cinema (non necessariamente in ordine cronologico). Dalla reazione spaventata degli spettatori della prima proiezione dei fratelli Lumière agli inganni del 3D e dei trucchi visivi; dalla meraviglia di Méliès alla fantascienza di Guerre stellari; dalla precisione del cinema classico e dei suoi generi codificati ai meccanismi della risata o, all’opposto, della lacrima o ancora della paura.
    Sabato 7 gennaio e domenica 22 gennaio accompagneranno il corso due degustazioni di birra artigianale a cura del Birrificio Indipendente Elav.

    Per informazioni e iscrizioni:
    E-mail: formazione@bergamofilmmeeting.it

    * 8 GENNAIO 2017, ORE 15.30 – 12 GENNAIO 2017, ORE 20.30
    VISITE GUIDATE PER ADULTI E LABORATORIO PER BAMBINI

    Domenica 8 gennaio 2017, ore 15.30
    Visita guidata adulti + Laboratorio per bambini

    Giovedì 12 gennaio 2017, ore 20.30
    Visita guidata adulti

    COSTI
    Bambini: ingresso € 4,00; laboratorio gratuito
    Adulti: ingresso+ visita guidata: € 10,00
    Prenotazione obbligatoria / Minimo 13 iscritti

    Per informazioni e prenotazioni:
    Tel. +39 035 235345
    E-mail: visiteguidate@gamec.it

    * 12 GENNAIO – 7 DICEMBRE 2017
    ODISSEA NELL’ARTE
    Corso di Storia dell’Arte a cura di Giovanna Brambilla, Responsabile Servizi Educativi GAMeC

    Giovedì sera dalle 20.30 alle 22.30

    Un viaggio alla “velocità della luce” attraverso 12.000 anni di arti, storie e culture. La nostra “Odissea” è pensata come una mappa per fornire le coordinate essenziali attraverso cui decifrare e approfondire le proprie passioni culturali, per consentire di leggere i luoghi che si attraversano, le mostre che si visitano, le opere che piacciono.
    I docenti sono professori dalle comprovate capacità didattiche che sapranno coinvolgervi e guidarvi, durante la prima delle tre annualità del corso, in un percorso ricco e organico, dall’antichità al gotico. In quattro occasioni, i Direttori di altrettanti musei della Città di Bergamo saranno “special guest”, affrontando snodi e questioni cruciali con interventi di ampio respiro.

    Calendario e scheda di iscrizione disponibili sul sito www.gamec.it

    TERMINE ISCRIZIONI: 12 GENNAIO 2017

    Per informazioni e iscrizioni:
    Tel. +39 035 235345
    E-mail: servizieducativi@gamec.it

    * 4 FEBBRAIO – 8 APRILE 2017
    CORSO DI SCULTURA: IL VUOTO, L’OMBRA E LE FORME
    a cura di Elio Bianco, scultore bergamasco, già docente del Liceo Artistico di Bergamo

    Sabato sera, dalle 20.30 alle 22.30

    Il corso di scultura proposto, destinato a un pubblico adulto, è un percorso propedeutico sui metodi e le tecniche di base che attengono al progetto, all’analisi della “forma”, alle fasi operative, al corretto uso degli strumenti.
    Gli incontri prevedono l’alternanza di momenti teorici e tecnico-pratici che verranno via via inseriti in base alle richieste o ai diversi interessi dei partecipanti. Il processo didattico si svilupperà nell’ambito dell’arte contemporanea, sia nelle fasi di progetto, sia nelle fasi esecutive degli elaborati.
    Particolare attenzione verrà dedicata alla rappresentazione grafica tridimensionale, al valore dello spazio che interagisce nella “forma”, ai significati di luce e ombra nella ricerca plastica.

    PER CHI
    Dedicato a chiunque voglia accostarsi a questa tecnica artistica, a partire dai 16 anni.

    Calendario e scheda di iscrizione disponibili sul sito www.gamec.it

    TERMINE ISCRIZIONI: 24 GENNAIO 2017

    Per informazioni e iscrizioni:
    Tel. +39 035 235345
    E-mail: servizieducativi@gamec.it

    CONFERENZA INAUGURALE DEL CORSO ODISSEA NELL’ARTE
    GAMEC – GALLERIA D’ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA
    CONFERENZA INAUGURALE DEL CORSO ODISSEA NELL’ARTE
    12.01.17

    ore 20.30

    GAMeC, Spazio ParolaImmagine
    INGRESSO LIBERO



        [== LINK ==]

    Relatori: Marcello Jori e Giacinto Di Pietrantonio

    In occasione del corso ODISSEA NELL’ARTE, Marcello Jori, autore del famoso libro d’artista La Storia dipinta dell’arte (Rizzoli), e Giacinto Di Pietrantonio, Direttore della GAMeC, forniranno ai corsisti e al pubblico uno sguardo di come noi, contemporanei al nostro tempo, leggiamo il passato.
    L’incontro, che apre ufficialmente il corso, sarà eccezionalmente aperto a tutti.

    BE PART OF THAT'S CONTEMPORARY
    THAT'S CONTEMPORARY - BEART
    BE PART OF THAT'S CONTEMPORARY

    Lasciati guidare da that’s contemporary tra gli spazi di arte contemporanea a Milano. Supporta il restyling della piattaforma partecipando alla campagna di crowdfunding su BeArt. That’s contemporary è lieta di presentare il lancio di Be part of that’s contemporary, campagna di raccolta fondi selezionata da BeArt,al fine di ampliare la piattaforma a livello contenutistico e geografico.

    ABOUT
    Fondata nel 2011, that’s contemporary è una piattaforma webinteramente dedicata all’arte contemporanea,che anticipa, comunica e collaboracon le realtà e gli attori più importanti dell’ambiente artistico milanese.Nel 2012 vince l’oro agli European Design Award nella categoria Promotional Site. Dal 2014 è sostenuta dalla regione Lombardia e dal 2015 dalla Fondazione Cariplo. A oggi ha raggiunto oltre 285.000 visite, creatoun network di 60 spazie promosso oltre 1.200 eventi.Nel corso di questi cinque anni, that’s contemporaryè diventata un punto di riferimento per gli appassionati d’arte contemporaneadella città meneghina. In primo luogo, nella sezione Places, that’s contemporarygarantisce una capillare e aggiornata mappatura dei luoghi dedicati alla cultura, suddividendoli in diverse categorie: gallerie, fondazioni, residenze, spazi no-profit. Inoltre, si occupa di comunicare attraverso una mappa virtuale, disponibile sul sito, i principali eventi artisticiriportandone le informazioni essenziali. Nel corso della sua attività, that’s contemporaryha anche integrato i propri contenuti con approfondimenti sul lavoro di artisti, curatori e personaggi attivi nel contemporaneo attraverso la sezione Hideout, e curato diversi progetti di comunicazione dell’arte in collaborazione con altre organizzazioni. Tra questi ricordiamoThat’s valley-La valle dei segni, guida attraversoitinerari artistici e innovativi della Valle Camonica, un tour alla scoperta dell’arte contemporanea sul territorio, facilitato dalla presenza di una mobile appspecifica. Attraverso l’utilizzo della piattaforma -che coinvolge un sito Internet, www.thatscontemporary.it, That’s app (disponibile sia su iOS che Android) e i principali social network, quali Facebook, Instagram e twitter–that’s contemporarymira ad avvicinare e orientare il pubblico milanese a spazi ed eventi dedicati all’arte contemporanea..

    CROWDFUNDING
    Avvalendosi della piattaforma di crowdfunding BeArt, il progetto Be part of that’s contemporaryè finalizzato a realizzare un restyling della nuova piattaforma web, con l’intento di ampliare il proprio raggio d’azione sia a livello contenutistico che geografico.Attraverso il supporto ottenuto dalla campagna,verrà creata una sezioneAround,per ampliare il servizio di mappatura di luoghi ed eventi ad alcuni dei più importanti centri di arte contemporanea, così da favorire la nascita di dialoghi e collaborazioni fra spazie persone impegnate nel contemporaneo e aumentare il potenziale culturale del nostro paese. Sempre a questo proposito guarderà la nuova sezione Focusche, oltre ad offrireformat di approfondimento più vari e articolati, sarà un utile strumento per conoscere ed entrare in contatto con personalitàed eventifondamentali nel panoramaartistico nazionale e internazionale.

    REWARDS
    La campagna Be part of that’s contemporaryprevede molteplici ricompenseperil prezioso supporto che i sostenitori vorranno offrire all’organizzazione. I vari premi sono stati pensati tenendo presenti i diversi interessi dei donators; vi è l’opportunità peraziende e privati di incontrare un art advisory per investimenti sull’arte contemporanea; di ottenere spazi pubblicitari sul sito di that’s contemporaryo una newsletter dedicata a costi ridotti per le gallerie; di effettuare una visita guidata neiprincipali spazi artistici milanesi di Porta Venezia o di prendere parte a una cena nella casa-studio di Rossella Farinotti e di Thomas Berraper i lettoripiù appassionati.Vi è inoltre la possibilità di acquistare una private view dello studio legale nctme l’arteaccompagnati dalla curatrice Gabi Sgarbi, un luogo che dal 2001 ha sostenuto l’operato di numerosi artisti di fama internazionale. In linea con l’esigenza di orientare e sensibilizzare verso i principali spazi d’arte contemporanea della città, è disponibile la prevendita del libro/guida That’s Milano. Infine, vi sono altri rewards come una guida per l’utilizzo dell’archivio del sito e l’acquisto della newsletter speciale così da seguire con facilità i principali eventi artistici milanesi.La donazione può essere anche libera,a partire da due euro.

    BEART
    BeArtè una piattaforma per il crowdfunding on-line dedicata all’arte contemporanea. Ad un anno dal suo lancio, la piattaformawww.beartonline.comrinnova la veste grafica e aggiunge nuove funzionalitàcon lo scopo di offrire migliori prestazioni di navigabilità, una user experiencedelle campagne di crowdfunding e una maggiore visibilità dei rewards.Inoltre, è stata introdotta la possibilità di iniziare campagne di crowdfunding in modalità «privata», ovvero non visibile sul sito, ma tramite la creazione di link destinati alla propria community di sostenitori.Sono poi state potenziate le funzionalità per i backers diBeArt,con l’introduzione di un processo di pagamento rinnovato.Il lancio della versione 2.0 di BeArt comporta anche il lancio di campagne di crowdfunding che si vanno ad aggiungere a quelle già live, tra cui “Artists for Ian”, raccolta fondi lanciata da CURA. e Davide Balliano, dedicata all’artista Ian Tweedy , per la quale sono stati raccolti più di 87.000 euro. Come nuovo progetto si segnala la campagna di crowdfunding “The Earth Issue” di Elena Cremona, giovane artista italo-tedesca basata a Londra, intenzionata a intraprendere un progetto di sensibilizzazione sociale attraverso l’arte contemporanea.

    OPEN CALL - RESIDENCY 2017: ROCK & STONE
    NATURE, ART & HABITAT RESIDENCY (NAHR)
    OPEN CALL - RESIDENCY 2017: ROCK & STONE

    Durata: 4 settimane, Giugno 2017

    Artist Accommodation: Studio o camera singola per ogni artista. Studio e open space condiviso.

    Numero di artisti coinvolti: 5 – 7.

     Application deadline: 5 febbraio 2017

    Info per applicarehttp://cargocollective.com/nahr/Apply-1

    www.nahr.it
    info@nahr.it



        [== LINK ==]

    Nature, Art & Habitat Residency (NAHR) a Sottochiesa in Val Taleggio, Bergamo-Lombardia, è un programma internazionale multidisciplinare di residenza estiva, aperto ad artisti, ricercatori e scienziati selezionati e riuniti per lavorare a progetti di studio ed emulazione della natura.

    Sostenuto da una forte sensibilità per la natura quale fonte di ispirazione e misura delle risorse disponibili, NAHR si propone di investigare i profondi legami tra gli organismi viventi per uno sviluppo più resiliente in cui uomo e natura convivono in reciproco supporto.

    Osservando l’ecosistema Terra – il clima, la geologia, il suolo, l’acqua, l’aria, il sole – e partendo da un profondo ripensamento del contesto ambientale, NAHR indaga anno per anno le diverse componenti naturali, la loro presenza e la loro coesistenza integrata nella Val Taleggio e spinge menti creative a produrre interpretazioni innovative e soluzioni resilienti. Le proposte progettuali multidisciplinari riflettono in forma consapevole la centralità del contributo umano per la valorizzazione della natura.

    NAHR, oltre ad offrire gratuitamente ai residenti selezionati tramite concorso la partecipazione alla residenza, ai workshop e l’alloggio, sarà in grado di fornire un rapporto privilegiato con l’ambiente naturale e l’opportunità di condivisione e scambio intenso con la comunità dei partecipanti.

    Tema 2017: Roccia e Pietra. La Cultura Materiale e La Cultura del Fare
    Dedicato ogni anno ad uno specifico elemento naturale, per esaminarne la resilienza nel sistema ecologico delle Prealpi Orobie Taleggine, NAHR lancia per la prossima estate 2017 il tema della roccia e pietra: le cultura materiale e la cultura del fare.

    Roccia e Pietra rappresentano il substrato della vita, danno forma ai paesaggi naturali, conferiscono carattere locale agli ambienti costruiti. Utilizzate per produrre i primi strumenti umani, continuano ancor oggi ad essere modellate e scolpite. Materiale molto diffuso, utile sia per creare il calcestruzzo utilizzato nelle costruzioni, sia per generare il silicio, che si concretizza nel mondo hi-tech, paradigma di cambiamento che segna l’inizio dell’Antropocene, la nostra era geologica. Rivelando forti connessioni tra il naturale e artificiale, roccia e pietra rappresentano sia il deposito del passato geologico nonché il materiale che da’ forma al nostro futuro.
    NAHR, nel 2017, esplora un materiale fondamentale della Val Taleggio, onnipresente a diverse scale: dalle monumentali montagne ai micro minerali, dall’ architettura vernacolare rurale, ai dettagli strutturali e decorativi. Si tratta di un tema aperto all’esplorazione a largo spettro per ispirare e incoraggiare tutte le forme espressive e creative – progetti, azioni, eventi. Si prevedono visite alle cave, passeggiate in alta montagna, ricognizioni territoriali, conferenze dedicate per guidare i partecipanti all’osservazione e all’analisi, all’esplorazione di relazioni e interazioni all’interno dell’ecosistema vallare e delle Valli limitrofe (Brembilla, Brembana, Seriana ed Imagna).

    Due le scale principali di indagine e progetto:

    Geologica:
    Relativa alle montagne, alle cime e valli, alle vicine cave di sabbia e materiali lapidei per l’ediliza, e allle note gole degli “Orridi.”

    Architettonica:
    Relativa alle Baite, costruzioni rurali con muri in sasso e tetti in pietra (piöde), ai muri a secco che delimitano i campi coltivati, ma anche alle risorse minerali locali, alla tradizione costruttiva, all’artigianato, e alle decorazioni sulle facciate degli edifici in stile Liberty.

    NAHR è un programma di residenza estiva di un mese (Giugno o Luglio) offerto a sei professionisti multidisciplinari e ad uno studente universitario attivi in diversi settori bio-ispirati: design, architettura, antropologia, botanica, scienze naturali, letteratura, poesia, tecnologia, economia o una miscela interdisciplinare individuabile tra questi.

    La residenza viene assegnata in base alle proposte di progetti che meglio sanno esplorare il tema 2017: roccia e pietra: la cultura materiale e la cultura del fare. I candidati sono invitati a proporre progetti di ricerca capaci di costruire relazioni dinamiche tra risorse ecologiche, pratiche socio-culturali e ambiente costruito della Valle.

    Una giuria internazionale selezionerà i residenti in base alle loro proposte. I criteri di selezione includono: fattibilità, originalità e la qualità complessiva delle proposte. Priorità di selezione viene data alle proposte che dimostrano un diretto legame con la natura circostante e l’habitat umano, attraverso realizzazioni o analisi metodologiche, scritti o produzioni di un manufatto: installazione, percorso tematico, scultura, dipinto, disegni, testi, ricette, etc.
    La partecipazione alla residenza NAHR è gratuita, come pure l’alloggio (Giugno).

    NAHR è particolarmente interessato ad esprimere la resilienza in natura nei quattro seguenti ambiti:

    Economia Rigenerativa:
    Studia sia le realta’ economiche produttive e commerciali locali, che la biodiversita’ ecosistemica ambientale. Il fine e’ quello di generare modelli economici innovativi basati sui concetti di restauro, rigenerazione e circolarità gia’ osservabili in natura. Questi modelli, idealmente applicabili sia a scala locale che globale, servono alla promozione di un uso circolare sostenibile delle risorse naturali e culturali, eliminando concetti artificiali obsoleti come rifiuti e inquinamento.

    Arte, Design e Architettura Bio-Ispirati
    Sviluppo e/o creazione di progetti e manufatti ispirati a forme, funzioni e processi identificabili nella natura della Val Taleggio.

    Corpo & Natura
    Ideazione, produzione e realizzazione di opere estese a tutti i tipi di arti visive (danza, coreografia e installazioni, etc.) che interpretano i rapporti con la natura, il paesaggio,la biodiversita’, la sostenibilità e l’ecologia.

    Tecnologia & Nuovi Media
    Uso di strumenti tecnologici emergenti (realtà virtuale e aumentata, produzioni 3D, scansioni, intelligenza artificiale, sistemi di sensori, robotica, simulazioni, etc.) per indagare il confine tra tecnologia digitale e natura, infrastrutture mobili e ecosistemi.

    RICCARDO BERETTA
    NEWSLETTER DICEMBRE 2016
    RICCARDO BERETTA
        [== LINK ==]

    99 PAROLE CON RICCARDO BERETTA

    RICCARDO BERETTA, ARAZZETTO GQ, RICAMO E FILI SU VELLUTO COTONE DIPINTO, 32X32 CM, 2016.
    COURTESY L’ARTISTA E GALLERIA FRANCESCA MININI, MILANO

    In occasione di The Blank Benefit 2016, appuntamento annuale a sostegno delle attività del network dell’associazione, Riccardo Beretta ha realizzato una serie di cinquanta arazzetti in velluto ricamati, ciascuno reso unico da un intervento pittorico e una lavorazione manuale.
    Ogni opera, Arazzetto GQ, rende omaggio alla figura di Giacomo Quarenghi (1744 – 1817), in concomitanza delle celebrazioni per il bicentenario della morte.
    Durante la Benefit Dinner, in programma giovedì 15 dicembre nella cornice dello Spazio ALT, un clavicembalista proporrà un repertorio di brani riconducibili all’epoca quarenghiana, avvalendosi del clavicembalo Birba (2009 – 2011), strumento che è anche opera d’arte, realizzata da Riccardo Beretta.

    dopolalode
    ACCADEMIA DI BELLE ARTI G. CARRARA
    dopolalode
    20.01.17 - 11.02.17

    Opening: giovedì 19 gennaio 2017, ore 18.00
    Da giovedì a sabato: 16.00 – 18.30

    c/o Giacomo, Via G. Quarenghi, 48 c/d, Bergamo
    tel. +39 035 399563
    segreteria@accademiabellearti.bg.it
    www.accademiabellearti.bg.it



        [== LINK ==]

    Mostra dei progetti di tesi degli studenti diplomati: Viola Acciaretti, Linda Alborghetti e Marco Bellini, Marco Bellobono, Barbara Boiocchi, Sara Carraro, Francesco Crovetto, Dario Frettoli, Marco Manzoni, Marica Martella, Lorenzo Misia, Federica Mutti, Veronica Suardi, Sara Ravelli, Andrea Toscano.

    L’Accademia di belle arti G. Carrara è lieta di presentare la prima edizione di dopolalode, mostra in cui trovano spazio i più meritevoli lavori di tesi discussi nelle ultime sessioni di laurea dell’Accademia.
    Per un giovane artista l’uscita dall’Accademia è uno snodo importante, un punto di passaggio decisivo, a volte critico, per capire quale direzione dare al proprio percorso. La prova finale di laurea è per questo il risultato di un’attenta e scrupolosa sperimentazione, carica di aspettative, desideri ed energie.
    dopolalode nasce dal desiderio di dare valore e visibilità ai percorsi di ricerca degli studenti più meritevoli, offrendo un’occasione di verifica della qualità del loro lavoro e di dialogo con la città nei nuovi spazi di Giacomo.
    La mostra nasce con l’intento di diventare un appuntamento a cadenza annuale. Gli artisti partecipanti sono stati selezionati su indicazione dei rispettivi relatori di tesi, a partire dal prossimo anno accademico la selezione dei partecipanti sarà fatta dalla commissione di laurea, assegnando oltre alla votazione finale anche l’eventuale riconoscimento della ‘dignità di esposizione’.
    In mostra troverà spazio la più ampia gamma di proposte artistiche: dal video alla performance, dalla fotografia all’installazione.
    dopolalode apre ufficialmente il programma espositivo di Giacomo per il 2017, che ospiterà proposte di studenti e diplomati oltre che progetti ed eventi organizzati dall’Accademia.

    ©THE BLANK 2017
    SOCIAL
                 
    APP
       
    [== THE BLANK ==
    AT ======= BFM
    == FEATURING ==
    FRANCO VACCARI ]