• Italiano
  • English
  • EN/IT
    VIAFARINI DOCVA | Academy Awards Homeostasys is not enough | 27.11.13 - 7.12.13
    VIAFARINI DOCVA | Academy Awards Homeostasys is not enough | 27.11.13 - 7.12.13
    [=== VIAFARINI == DOCVA === Academy ==== Awards ==== Homeostasys == is = not = enough ===== 27.11.13 ======= 7.12.13 =]
        [== LINK ==]

    Academy AwardsHomeostasis is not enough Chiara Balsamo, Filippo Bisagni, Matteo Cremonesi, Matteo Gatti, Matteo Maino, Roberto Pesenti, Elena Radice, Giacomo Regallo, Jacopo Rinaldi, Giulio Scalisi, Stefano Serrettaa cura di Daniele Maffeis, Giovanna Manzotti, Giulia Mengozzi

    Un progetto di Viafarini DOCVA in collaborazione con Accademia di Belle Arti di Brera, Accademia Carrara di Belle Arti di Bergamo e NABA Nuova Accademia di Belle Arti.

    periodo: 27 novembre – 7 dicembre 2013sede: Viafarini DOCVA, Fabbrica del Vapore, via Procaccini 4, Milanoorario: dal lunedì al venerdì, dalle 11.00 alle 19.00

    La seconda edizione di Academy Awards ha l’obiettivo di facilitare l’incontro e lo scambio tra undici artisti – selezionati tra gli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Brera, Accademia Carrara di Belle Arti di Bergamo e NABA Nuova Accademia di Belle Arti – e tre curatori a loro vicini per generazione. Il progetto ha infatti coinvolto due curatori emergenti e un artista (qui in veste di curatore) provenienti dalle tre accademie e ha previsto una fase di workshop propedeutica alla definizione stessa del progetto.

    Il termine omeostasi, con le varie sfumature di senso negli specifici ambiti di ricerca, indica generalmente la naturale propensione di un organismo vivente al mantenimento di stabilità e organizzazione delle sue strutture biologiche. In fisica, in particolare, si riferisce a parametri quali la temperatura e l’energia. Rudolf Arnheim, nel suo testo Entropia e Arte (1971) sostiene, riprendendo le parole di C.O. Weber, che l’equilibrio omeostatico consente certo di vivere, ma poco contribuisce a vivere bene. Arnheim aggiunge che, in effetti, l’omeostasi stabilisce un ordine, senza tuttavia indicarne lo scopo. Per una concezione più adeguata dell’umana natura è necessario tener conto degli scopi della vita, dell’impulso verso la crescita e la stimolazione, degli allettamenti della curiosità e dell’avventura, della gioia di esercitare il corpo e la mente e del desiderio di realizzare e conoscere. R. Arnheim, Entropia e Arte, 1971

    Si potrebbe pensare agli artisti come a recettori sensibili della temperatura contemporanea. Saperla cogliere, inglobare e rielaborare è ciò che permette loro di intervenire in un sistema complesso che si configura come un flusso entropico dal quale emergono immagini, narrazioni e riflessioni da rimettere in circolo. Allora l’omeostasi non solo non basta, ma necessita continue fasi di tensione che portano a un dissolvimento disordinato, all’innesco imprevedibile di una moltitudine di forme non sempre riducibili a una struttura univoca.

    Nessuno degli artisti in mostra esercita una pratica monolitica. Ognuno si relaziona, piuttosto, con l’impossibilità di sintetizzare l’elemento di disordine che connota lo statuto contemporaneo dell’immagine. Sia nel risultato finale, che nelle fasi preparatorie, Homeostasis is not enough tenta di sottrarsi a una struttura semplice, seguendo un andamento rizomatico marcato da contingenze inedite. La mostra è l’epilogo aperto del lavoro di un gruppo di pari. Pur provenendo da contesti accademici differenti, i partecipanti hanno inteso porsi come presupposto comune l’abbattimento del convenzionale diaframma tra artisti e curatori, amplificando la dimensione esperienziale propria del processo formativo.

    Tornando all’analisi di Arnheim, egli ci ricorda che mai in nessuna cultura, uno stile artistico maturo è stato semplice. Il cervello umano, l’oggetto più complesso del mondo, non può rappresentarsi con una forma o un gesto facilmente esauribili.

    Vorremmo consigliarvi di non ricercare nelle opere una rassicurante omeostasi termica, ma di lasciarvi cogliere da una piccola febbre.

    ©THE BLANK 2017
    SOCIAL
                 
    APP
       
    VIAFARINI DOCVA | Academy Awards Homeostasys is not enough | 27.11.13 - 7.12.13