• Italiano
  • English
  • EN/IT
    Project Space
    Project Space
    [=== Project ==== Space =]
        [== LINK ==]
    BACO
    [= BACO =]

    Palazzo della Misericordia Via Arena 9, Città Alta, Bergamo
    http://bacoartecontemporanea.it
    info@bacoartecontemporanea.it



        [== LINK ==]

    BACO, acronimo di Base Arte Contemporanea, è un gruppo di lavoro ideato da Mauro Zanchi e Stefano Raimondi che si occupa di organizzare mostre ed eventi legati all’arte e alla cultura contemporanea, di restituire collaborazioni, dialoghi e progettualità svolte con operatori culturali, di documentare, attraverso la pubblicazione di cataloghi, saggi e libri d’artista le collaborazioni effettuate e con artisti e istituzioni della scena sia internazionale che locale.

    Contemporary Locus
    [=== Contemporary ==== Locus ==]

    contemporary locus è un progetto che costruisce nuove e temporanee connessioni tra la ricerca visuale contemporanea e luoghi segreti o dismessi del passato che conservano testimonianze storiche, artistiche e sociali delle comunità di riferimento. Il suo obiettivo è quello di interpretare e riattivare questi luoghi con interventi e opere site specific di artisti stranieri e italiani e costruire connessione in rete con l’utilizzo di nuove tecnologie, quali i social network, le app e il sito. Per ciascuna sede contemporary locus coinvolge artisti il cui lavoro possa trovare echi e corrispondenze con i luoghi prescelti, con la loro storia e la condizione di segretezza o dismissione. Oggi contemporary locus è anche un’associazione nata con l’intento di allargare l’operatività e la geografia dei suoi obiettivi sempre a partire dal lavoro multimediale degli artisti contemporanei e dall’utilizzo delle tecnologie come spazi di comunicazione e diffusione di idee e progetti.

    luogo_e
    [== luogo === e ==]

    Via Pignolo 116, 24121 Bergamo
    tel. +39 035 247293
    gio-sab 14.00 – 18.00
    luogo.e@gmail.com
    www.luogoe.com



        [== LINK ==]

    luogo_e è un non-solo-spazio-espositivo.

    luogo_e è il risultato della muta di ARS arte+libri – storica libreria d’arte che per più di ventisette anni ha portato avanti un’acuta osservazione del mondo dell’arte e un progetto di ricerca curatoriale ed espositiva – che cambia pelle e si rinnova.

    luogo_e nasce dall’unione delle forze di Chiara Fusar Bassini e Federica Mutti, studentesse prima dell’Accademia Carrara e poi di NABA, di Marta Begna e Andrea Zucchinali, provenienti dall’Università di Bergamo, e di Luciano Passoni, fondatore della ex libreria Ars.

    luogo_e è un luogo in cui si ragiona di mostre e si fanno mostre, per irrobustire una ricerca artistica e curatoriale collettiva che è neonata, ma che già si mette alla prova e diviene pratica.

    luogo_e è un display, il supporto per esperienze ed esperimenti senza limiti di medium, forma, contenuto; accadimenti dei generi più svariati si innestano nel programma espositivo, alternando inviti di carattere culturale a quelle occasioni più ludiche cui non si dovrebbe mai rinunciare.

    luogo_e è una piattaforma di approfondimento e di condivisione critica e letteraria, per dare spazio allo sguardo giovane e al pensiero giovane, perché si confrontino con quel che è già collaudato; alla scrittura, da quella più teorica e critica a quella più creativa, è riservato un posto d’onore, mantenendo viva la forte tradizione letteraria ereditata da Ars.

    luogo_e, infine, è e rimarrà – secondo la tradizione ereditata da Ars – un grande tavolo attorno a cui riunirsi per discutere d’arte o d’altro; chiaramente ci sono anche le sedie, per stare più comodi, qui in via Pignolo 116 a Bergamo.

    Quarenghicinquanta
    [= Quarenghicinquanta ===]

    Quarenghicinquanta è uno spazio interamente dedicato alla fotografia che si pone come punto di riferimento per mostre temporanee, eventi ed incontri con autori e operatori del mondo dell’immagine.
    Un luogo espositivo voluto da Dario Guerini e Vincenzo Magni per proporre firme autorevoli della fotografia italiana ed internazionale, ma anche un laboratorio dove si incontrano e si confrontano esperienze, si valorizzano autori giovani o inediti, si sviluppano idee e si lanciano progetti individuali e collettivi con l’intento di promuovere una fotografia di ricerca libera e innovativa e non più solo storicizzata. Quarenghicinquanta è anche un intreccio tra fotografia e altri linguaggi come la letteratura, la poesia, l’architettura, l’arte contemporanea, il design e la musica.
    Il confronto tra diversi modi di pensare e di fare fotografia costituisce una cifra costante dei nostri programmi. Differenze di genere, di generazioni, di tecnica e di visione potranno contrapporsi e incrociarsi attraverso esposizioni, progetti e incontri tematici.
    Un’attenzione particolare è riservata a riviste e testi legati al mondo delle immagini, che si possono sfogliare in una zona di lettura e di lavoro wi-fi, riservata agli iscritti.
    Lo spazio è gestito da un’Associazione senza scopo di lucro, aperta a soci fotografi o amici della fotografia, che devono sottoscrivere una tessera annuale. Gli associati in particolare hanno diritto: al libero accesso allo spazio libreria; ad incontri con autori, stampatori, editori e operatori dell’universo che ruota attorno alle immagini; ad acquisti a prezzi popolari di multipli a numero limitato delle opere esposte; a sconti per corsi, workshop, riviste e libri; alla partecipazione a progetti, jam session fotografiche e visite di gruppo a mostre e fiere fotografiche.
    La programmazione e il controllo qualità delle attività di Quarenghicinquanta fanno capo a un Comitato Artistico composto da Mario Cresci, Virgilio Fidanza, Dario Guerini, Vincenzo Magni, Francesco Pedrini e Luigi Vegini.

    ROOM 237
    [= ROOM = 237 =]
    ROOM 237 è l’arto fantasma di OG STUDIO, un rifugio parallelo dove deporre e incubare progetti mancati e schiudere visioni sepolte, uno stomaco dove fabbricare larve e produrre scarti.
    ROOM 237 è l’appendice di OG Studio, lo studio di Oscar Giaconia.
    ROOM 237 è una project room dove ospitare interventi di artisti con cui OG Studio ha collaborato in precedenza o semplicemente con cui esiste un rapporto di interesse reciproco, sinergia nelle ricerche seppur formalmente differenti.
    ROOM 237 è una macchina per inscatolare im-possibilità: ogni artista invitato gestisce il luogo senza restrizioni di sorta, anche abitando lo spazio con operazioni abbandonate e recuperate.
    ROOM 237 è una stanza d’albergo in fondo ad un tunnel, la cui soglia è distinta da una luce rossa.
    VAKU PROJECT SPACE
    [= VAKU === PROJECT == SPACE ==]

    Interno 13 nasce nel 2015 a Bergamo per iniziativa di Alberto Ceresoli e si costituisce come Associazione di promozione sociale, un centro di vita associativa autonomo, pluralista, apartitico e progressista.

    Agli inizi dell’anno 2017 l’Associazione vince il bando “Beni Comuni” promosso dal Comune di Bergamo con lo scopo di attivare collaborazioni da parte di cittadini attivi, costituiti in Associazione, per la cura, la gestione condivisa e la rigenerazione dei Beni Comuni urbani. Con Vaku Project Space l’organizzazione è impegnata in un processo di rigenerazione degli spazi in Via San Lorenzo 12 Città Alta (BG), oggi sede operativa dell’Associazione: centro per la sperimentazione e produzione artistica multidisciplinare, luogo per l’esperienza estetica, sociale, culturale e espressione di un’idea di protagonismo giovanile territoriale.

    Nel 2017 con la direzione dell’organizzazione si costituisce la redazione di bludiprussia.org l Contemporary Art Magazine.

    ©THE BLANK 2018
    SOCIAL
                 
    APP
       
    VAKU PROJECT SPACE