• Italiano
  • English
  • EN/IT
    GRAFICA EUROPEA. DA UNA COLLEZIONE
    GRAFICA EUROPEA. DA UNA COLLEZIONE
    [= GRAFICA === EUROPEA. === DA === UNA === COLLEZIONE ==]
    GAMEC – GALLERIA D’ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA
    24.09.16 - 02.11.16

    lunedì – domenica: h. 09.00/13.00 – 15.00/18.00
    Martedì chiuso
    INGRESSO LIBERO

    Spazio Caleidoscopio, GAMeC
    Via San Tomaso 53, 24121 Bergamo

    tel. +39 035 27 02 72



        [== LINK ==]

    A cura di Maria Cristina Rodeschini

    La mostra Grafica Europea. Da una Collezione, in visione presso lo Spazio Caleidoscopio della Collezione Permanente del museo, presenta al pubblico – fino al prossimo 2 novembre – un nucleo di disegni, incisioni, dipinti di artisti moderni di profilo internazionale.
    Si tratta del dono del collezionista Severo Radaelli che ha vissuto a Parigi per quarant’anni, svolgendo l’attività di critico d’arte, collaborando con Radio France, per la quale ha condotto il programma Les Arts et les Gens, che presentava al pubblico le principali mostre italiane. Ha inoltre collaborato con diverse testate italiane, quali Epoca, Panorama, Il Manifesto e diverse riviste di settore, tra cui Arte.

    Tra gli autori in mostra – alcuni dei quali attivi nell’800, come lo scultore parigino Antoine-Louis Barye (1796-1875) – figurano personalità di spicco della cultura artistica francese: Pierre-Albert Marquet (1785-1947), compagno di studi e amico di Henry Matisse, che espose nel 1906 al Salon d’Automne con lo stesso Matisse, Maurice de Vlaminck, André Derain, George Rouault, Jean Puy, e che dopo l’esperienza fauves abbracciò uno stile personale, arricchito nel corso di frequenti viaggi in Germania, in Italia e nel nord Africa, mete che lo portarono a praticare con assiduità il genere del paesaggio e della veduta; Sanyu (Chang Yu) (1901-1966) pittore franco-cinese, impegnato a traghettare la tradizione pittorica cinese alle soglie della modernità; Geer van Velde (1898-1977), amico di Bonnard, particolarmente apprezzato nel disegno e nell’incisione, dalla ricca attività espositiva che comprende la Galerie Maeght di Parigi; Jean Fautrier (1898-1964) capofila europeo dell’arte informale; Dorothea Tanning (1910-2012) pittrice, scultrice, poetessa e scrittrice statunitense, moglie dal 1946 di Max Ernst, celebre maestro surrealista.

    L’evento rientra nel circuito ‘Giornate Europee del Patrimonio 2016’ (24-25 settembre 2016) promosse dal MIBACT – Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo.

    ©THE BLANK 2017
    SOCIAL
                 
    APP
       
    GRAFICA EUROPEA. DA UNA COLLEZIONE