• Italiano
  • English
  • EN/IT
    Collaborazioni
    Collaborazioni
    [== Collaborazioni ==]
        [== LINK ==]
    BERGAMO FILM MEETING 2018 | JONAS MEKAS
    [=== BERGAMO == FILM === MEETING == 2018 ======= JONAS === MEKAS ==]

    Palazzo della Ragione, Città Alta – Bergamo
    Inaugurazione: venerdi 9 marzo 2018, ore 18.30
    10 marzo – 15 aprile 2018

    INGRESSO LIBERO

    ORARI DI APERTURA
    9 marzo: 18.30 – 21.00
    10 marzo – 15 aprile: 11.00 – 19.00

    GIORNI DI CHIUSURA
    19, 20, 26, 27 marzo – 2, 3, 9, 10 aprile

    SEBASTIAN MEKAS INCONTRA IL PUBBLICO
    Cinema San Marco
    Piazzale della Repubblica 2, Bergamo
    Sabato 10 marzo, ore 15.30

     

     



        [== LINK ==]

    In occasione della 36a edizione di Bergamo Film Meeting, la sezione “Incontri: Cinema e Arte Contemporanea”, a cura di The Blank, sarà dedicata a Jonas Mekas (Lituania, 1922), poeta, artista e regista, fondatore del New American Cinema Group e creatore dell’Anthology Film Archive.
    L’artista sarà protagonista della mostra “Jonas Mekas – Personale“, promossa da Comune di Bergamo e organizzata da The Blank e Bergamo Film Meeting.
    Sebastian Mekas, figlio di Jonas, incontrerà inoltre il pubblico del Festival al Cinema San Marco sabato 10 marzo alle ore 15.30 a seguito della proiezione di “Outtakes” (2012) e del film documentario “The Internet Saga, Jonas Mekas” (2015) e porterà un messaggio speciale da parte di Jonas.

    La mostra “Jonas Mekas – Personale”, curata da Stefano Raimondi e Claudia Santeroni, vede la trasformazione dell’ambiente espositivo in un luogo in cui, grazie ad un coinvolgente allestimento, convivono alcuni dei film più significativi dell’artista e le immagini di natura più cinematografica.

    “Jonas Mekas – Personale” è realizzata nei rinnovati spazi del Palazzo della Ragione: la mostra si confronta con l’edificio storico e ne sfrutta le nuove potenzialità allestitive, appositamente ideate per questo luogo.

    L’esposizione vuole presentare la complessità dei mezzi espressivi scelti da Jonas Mekas, artista poliedrico dagli interessi eclettici. Domina la sala la duplice proiezione di “Seasons” (2017): un video composto con un cut up di frammenti della sua intera produzione cinematografica.
    I frame estrapolati dai lavori video dell’artista e impressi su lastre di vetro appartengono alla serie “In An Instant It All Came Back to Me”, mentre le fotografie di “Birth of a Nation” sono estratti dal suo celebre omonimo film del ’97. Conclude la sezione fotografica “To New York with Love”, la serie di immagini dedicate alla città che è stata il palcoscenico del lavoro di Mekas.

    “Jonas Mekas – Personale” è permeata da una traccia composta dall’artista, che agisce da sottofondo all’intera esposizione: l’aspetto musicale è stato mantenuto in relazione alla storia di Mekas, che ricorda come il canto abbia fatto sempre parte della sua vita, dall’infanzia in avanti. A chiudere il corpus di opere esposte, un’isola dedicata alle pubblicazioni realizzate dall’artista, liberamente consultabili dal pubblico, cui è offerta l’occasione unica di accedere all’intera collezione degli scritti di Jonas Mekas, tra i quali “My Night Life”, in cui l’artista, fedele alla sua cifra biografica, racconta i suoi sogni fatti tra il 1978 e il 1979, chiedendo all’amico Auguste Varkalis di illustrarli.

    La mostra “Jonas Mekas – Personale”, è promossa da Comune di Bergamo, Bergamo Film Meeting e The Blank e resa possibile grazie all’indispensabile supporto di A Palazzo Gallery (Brescia), Francesco Urbano Ragazzi e Studio Luca Bombassei.

    BERGAMO FILM MEETING 2017 | FRANCO VACCARI
    [=== BERGAMO === FILM == MEETING ===== 2017 ====== FRANCO ==== VACCARI ==]

     

     



        [== LINK ==]

    In occasione della sua 35a edizione, Bergamo Film Meeting realizza in collaborazione con The Blank due imprescindibili appuntamenti dedicati al rapporto tra cinema e arte contemporanea.

    Protagonista l’artista italiano Franco Vaccari (Modena, 1936), uno dei più significativi e importanti interpreti dei linguaggi del contemporaneo. Nel corso della sua carriera Franco Vaccari ha portato avanti, con grande coerenza, un’opera che risulta oggi straordinariamente attuale e di grande ispirazione per le generazioni più recenti, le quali riconoscono il valore del suo apporto e l’influenza delle sue ricerche.
    L’artista ha omaggiato la città di Bergamo allestendo l’inedita video installazione ambientale Esposizione in tempo reale N.45 presso la Sala alla Porta Sant’Agostino e collocando all’esterno dello spazio l’installazione Il Mendicante Elettronico.

    Sabato 11 marzo, alle ore 16.00 presso il Cinema San Marco, Franco Vaccari ha presentato una selezione delle sue opere video, ripercorrendo oltre quarant’anni di ricerca e sperimentazione, che hanno contraddistinto la sua carriera artistica. L’appuntamento accompagnato da un incontro con il pubblico.

    ESPOSIZIONE IN TEMPO REALE N.45
    In Esposizione in tempo reale N.45 il video Buona Notte, raffigurante il fuoco di un camino mentre si consuma e crepita, è proiettato sovrapposto all’immagine del dipinto di Alessandro Magnasco Lo scaldatoio della frateria, dando un effetto animato di forte impatto visivo all’intera composizione pittorica.
    Per Esposizione in tempo reale N.45, continuando una ricerca basata sul coinvolgimento e la condivisione, Franco Vaccari ha invitato alcuni artisti di Bergamo a creare dei giacigli davanti alla proiezione, dei rifugi in cui riposare e sognare, sviluppati secondo i rispettivi linguaggi e poetiche. Gli artisti hanno realizzato dieci inedite sculture-giaciglio, pensate appositamente per dialogare con il video Buona Notte. Queste installazioni oniriche si innestano nell’ambiente di Porta Sant’Agostino, costruita tra il 1561 e il 1575, storica via d’accesso alla Città Alta di Bergamo.
    Gli artisti coinvolti nella realizzazione dei giacigli sono: Davide Allieri, Cinzia Benigni, Filippo Berta, DZT collective, Oscar Giaconia, Daniele Maffeis, Andrea Mastrovito, Giovanni Oberti, Francesco Pedrini, Maria Francesca Tassi.

    All’esterno della Porta ha trovato spazio Il Mendicante Elettronico, video installazione del 1973. Su uno schermo a tubo catodico compare la scritta “Der blinde kommt gleich” (il cieco torna subito) in sovraimpressione all’immagine di un criceto dentro ad un cappello. Con la sostituzione di un televisore ad un mendicante in carne ed ossa, Vaccari innesca uno spiazzamento dello spettatore e pone delle riflessioni sul potere dei media e del gesto artistico.

    RETROSPETTIVA VIDEO
    1966-67, Nei Sotterranei, 8 mm trasferito su 16 mm e formato digitale, b/n, 6’56’’
    1971, Cani lenti, 8 mm trasferito su 16mm e formato digitale, b/n e col., sonoro dai Pink Floyd, 8’38’’
    2000, La via Emilia è un aeroporto, VHS, col., sonoro, 14’30’’
    2003, Provvista di ricordi per il tempo dell’Alzheimer, video da materiale fotografico 21’57’’

    La collaborazione con Franco Vaccari è resa possibile grazie all’indispensabile supporto della Galleria P420 di Bologna.

    BERGAMO FILM MEETING 2016 | DEIMANTAS NARKEVIČIUS & KEREN CYTTER
    [=== BERGAMO == FILM == MEETING ===== 2016 ===== DEIMANTAS == NARKEVIČIUS ===== KEREN === CYTTER =]

    keren_cytter-sirendeimantas



        [== LINK ==]

    The Blank, in occasione di Bergamo Film Meeting 2016, presenta:

    Books on Shelves and Without Letters – Deimantas Narkevičius | 4 – 31 marzo 2016

    Book on Shelves and Without Letters, video-installazione ambientale dell’artista lituano Deimantas Narkevičius, viene proiettata presso Porta Sant’Agostino.
    Il concerto della giovane band Without Letters in un negozio di libri di seconda mano di Vilnius fonde la mitica realtà della musica con storie altre che pulsano nelle pagine dei libri sfogliate dal pubblico.

    Retrospettiva – Keren Cytter | 5 – 13 marzo 2016

    I film dell’artista israeliana decostruiscono i principi moderni del cinema, cercando un bilanciamento tra performance e teatro. L’artista gioca marcatamente con le nozioni di reale e di finzione, coinvolgendo attori e cameraman non professionisti. La sua rappresentazione filmica aggiunge un tocco surrealista a preoccupazioni esistenziali come l’amore, l’odio e la condizione umana conferendo un doppio riflesso oscuro e comico alla società contemporanea.
    Una retrospettiva dell’artista israeliana è proiettata nella sala dell’Auditorium di Piazza della Libertà.

    Game
    Durata: 9’19”

    Experimental Film
    Durata: 6’01”

    Rose Garden
    Durata: 8’55”

    Corrections
    Durata: 8’00”

    Siren
    Durata: 14’35”

    Les ruissellements du diable
    Durata: 10’46”

    ©THE BLANK 2018
    SOCIAL
                 
    APP
       
    BERGAMO FILM MEETING 2016 | DEIMANTAS NARKEVIČIUS & KEREN CYTTER