• Italiano
  • English
  • EN/IT
    La Mano Occulta, mostra del workshop per giovani artisti condotto da Christian Fogarolli | Pietro Bonfanti, Luca Brambilla, Tecalign Gotti, Marco Manzoni, Stefano Parimbelli
    La Mano Occulta, mostra del workshop per giovani artisti condotto da Christian Fogarolli | Pietro Bonfanti, Luca Brambilla, Tecalign Gotti, Marco Manzoni, Stefano Parimbelli
    [= CHRISTIAN = FOGAROLLI ==
    == LA MANO = OCCULTA =]
    SPAZIO POLARESCO
    13.05.16 - 22.05.16

    A cura di Daniele Maffeis

    Spazio Polaresco, ore 20.30

    Informazioni:
    fabianagerosa@comune.bg.it
    tel 035-399674



        [== LINK ==]

    Mostra del workshop progettuale per giovani artisti condotto da Christian Fogarolli

    “E se ti alzassi una mattina essendo un altro? E se lo scoprissi solamente perché è qualcuno a dirtelo? In che modo le immagini, i libri, gli oggetti sono stati usati nel passato o nel presente per definire, determinare e consolidare uno stato di anormalità? Ammesso che questo possa realmente esistere…”

    Venerdì 13 maggio 2016 alle ore 20.30, presso lo Spazio Polaresco, inaugura La Mano Occulta prima mostra di POLAREXPO 2016, ciclo di esposizioni organizzato dall’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Bergamo, all’interno del progetto JOB-IN 3.0, finanziato da Regione Lombardia nell’ambito dei piani di lavoro territoriale sulle politiche giovanili. La mostra è l’esito del workshop progettuale condotto da Christian Fogarolli e rivolto a cinque giovani artisti selezionati a seguito di una open call: Pietro Bonfanti, Luca Brambilla, Tecalign Gotti, Marco Manzoni, Stefano Parimbelli.

    La Mano Occulta inaugura nell’ambito di The Blank ArtDate – La Città dei destini incrociati (13-14-15 Maggio 2016). La VI edizione di The Blank ArtDate, le tre giornate dedicate all’arte contemporanea, è ispirata al romanzo di Italo Calvino “Il castello dei destini incrociati” e ai Tarocchi Colleoni-Baglioni che ne corredano le pagine. Il tarocco associato alla mostra di POLAREXPO 2016 è ‘Il Matto’.

    Le pratiche e il metodo di ricerca di Christian Fogarolli sono stati il punto di partenza per invitare i cinque giovani artisti a declinare il concetto di anormalità e devianza conformemente alle personali inclinazioni ed esperienze. Il percorso di Fogarolli si caratterizza da un marcato interesse verso l’identità indagata attraverso diverse prospettive e tramite una costante ricerca d’archivio. Il suo lavoro mostra collegamenti con teorie e discipline scientifiche, che spesso ed inconsciamente, si sono servite dell’arte per progredire ed assurgere a scienze. Le opere analizzano dinamiche sulla percezione dell’immagine e dell’oggetto in rapporto alla soggettività, sondano i legami con l’anormalità e la devianza.

    I partecipanti sono stati invitati dall’artista ad entrare in contatto con situazioni, persone, contesti, memorie nel difficile tentativo di restituire, senza tradire, violare, stigmatizzare, l’oggetto della loro indagine. Nel corso
    del workshop, attraverso il confronto con l’artista e la discussione di gruppo ciascun partecipante ha elaborato un progetto che verrà presentato nello spazio espositivo del Polaresco.

    ©THE BLANK 2017
    SOCIAL
                 
    APP
       
    La Mano Occulta, mostra del workshop per giovani artisti condotto da Christian Fogarolli | Pietro Bonfanti, Luca Brambilla, Tecalign Gotti, Marco Manzoni, Stefano Parimbelli