• Italiano
  • English
  • EN/IT
    ART UP 11/17 - ANGUS FAIRHURST
    ART UP 11/17 - ANGUS FAIRHURST
    [= ART === UP === 11 ==== 17 ===== ANGUS === FAIRHURST =]
    ART UP - UBI BANCA
    02.11.17 - 30.11.17

    Dal lunedì al venerdì: 8.20/13.20 – 14.40/16.10
    INGRESSO LIBERO
    UBI Banca
    Piazza Vittorio Veneto n. 8 – Bergamo



        [== LINK ==]

    a cura di Enrico De Pascale

    Senza titolo 1992
    Alchidico su MDF
    4 tavole, ciascuna cm. 41,5×40,5
    UBI-Banca Popolare di Bergamo

    La sequenza di quattro tavole, quasi quattro fotogrammi cinematografici, ricostruisce quello che sembra essere il salto nel vuoto di un uomo, di cui è rappresentata la sola silhouette nera ritagliata sul fondo chiaro della tavola. Le quattro figure differiscono tra loro in modo quasi impercettibile affidando al nostro sguardo il compito di collegarle e di ricostruire il flusso temporale che le contiene. L’immagine rinvia inevitabilmente al drammatico video, ossessivamente trasmesso dalle televisioni di tutto il mondo, con le riprese di persone che si lanciavano nel vuoto dalle Twin Towers colpite a New York l’11 settembre 2001 (ma l’opera di Fairhurst è precedente di quasi dieci anni). Viceversa il riferimento più puntuale è a un celebre lavoro di Andy Warhol, Suicide (1964), tratto da una fotografia di giornale che mostrava, appunto, il salto nel vuoto di un suicida da un palazzo di New York. L’opera appare tanto più inquietante ed emblematica tenuto conto che l’artista si è tolto la vita nella primavera del 2008.

    ANGUS FAIRHURST (Penbury, Kent 1966 – Bridge of Orchy, Scozia 2008)
    Ha studiato al Canterbury Art College di Kent (1985-86) e al Goldsmiths College di Londra (1986-89). Nel corso degli anni Novanta si è imposto come uno degli artisti più originali della scena inglese accanto a personalità “di grido” come Damien Hirst, Marcus Harvey, Tracey Emin e Sarah Lucas, con cui ha debuttato nella celebre mostra Freeze (1988) che ha tenuto a battesimo il movimento dei cosiddetti Young British Artists. Nel 2000 ha esposto alle mostre 00 alla Barbara Gladstone Gallery e Animations presso il PS1 Contemporary Art Center di New York e ad Apocalypse alla Royal Academy di Londra. Nel 2004 con i compagni di strada Hirst e Lucas ha partecipato alla mostra In a Gadda da Vida alla Tate Britain di Londra curata da Gregor Muir e Clarrie Wallis.

    UBI Banca

    ART UP è un’iniziativa di carattere culturale con cui UBI Banca intende offrire alla gentile clientela un incontro ravvicinato e “guidato” con le opere della sua collezione d’arte antica e contemporanea. Ogni mese, presso l’ingresso della Sede Centrale di Piazza Vittorio Veneto 8, una nuova opera d’arte (dipinto, scultura, disegno, fotografia, stampa, video, installazione, ecc.), selezionata tra quelle facenti parte della sua raccolta, viene proposta al pubblico e analizzata tramite una scheda storico-critica illustrata e collezionabile realizzata per l’occasione dallo storico dell’arte e Curatore Enrico De Pascale..

    La collezione d’arte della Banca, che assomma alcune centinaia di opere di età compresa tra il XIV e il XXI secolo (dipinti, sculture, disegni, fotografie, stampe, ecc.), si è formata nel corso di quasi centocinquant’anni, intrecciando le proprie vicende con quelle della Banca stessa, fondata nel lontano 1869. Una raccolta ampia e variegata capace di coniugare l’attenzione per la produzione artistica locale e nazionale – da Baschenis a Fra’ Galgario, da Piccio a Manzù, da Ghirri a Boetti – con l’interesse per le proposte più sperimentali della scena internazionale: da Kapoor a Buren, da Armleder a Gillick, da Halley a Yan Pei Ming. Una varietà di opzioni linguistiche ed espressive che è frutto di precise scelte collezionistiche orientate a rappresentare al meglio il complesso e articolato panorama della cultura artistica passata e contemporanea.

    ©THE BLANK 2018
    SOCIAL
                 
    APP
       
    ART UP 11/17 - ANGUS FAIRHURST